Prodotti tipici lucani

La Basilicata è il polmone verde del sud Italia, per la rigogliosità dei boschi, delle distese erbose e delle vallate incontaminate, scenario di pascoli e vita campestre. In questa regione dall’incredibile patrimonio naturalistico, i formaggi ed i salumi tipici conservano la bontà e la genuinità delle antiche lavorazioni tradizionali. Tra i formaggi più saporiti, da segnalare il pecorino canestrato di Moliterno IGP, dal gusto deciso, piccante ed aromatico, che si produce nel caratteristico centro dell’Alta Val d’Agri, impiegando latte di capre e pecore allevate a pascolo brado. Tipico della stessa zona è anche il caciocavallo podolico, che deriva il suo nome da una particolare razza di vacche il cui latte presenta delle straordinarie proprietà organolettiche, perché ricco di grassi e proteine. Meritano una citazione anche il casieddu, la toma di pecora, il treccione ed il pedraccio del Pollino.

Per quanto riguarda gli insaccati, invece, i prodotti di punta della gastronomia lucana sono la tipica soppressata, ottenuta dal suino locale di razza nera, lavorato a mano a punta di coltello, la ventresca, ricavata dalla pancetta degli stessi suini e tutte le varietà di salsicce, come la salsiccia pezzente e la vecchiareddra di Rotonda, ricavate dagli scarti del maiale.

Come non citare infine il famoso pane di Matera IGP, che viene prodotto esclusivamente con semola di grano duro e presenta la caratteristica pasta gialla, con pori dalle dimensioni variabili, che facilitano la conservazione della fragranza anche per 6 giorni.